News

Protocollo d’intesa in materia di adozione internazionale e nazionale

Firmato questa mattina (25 gennaio) dall’assessora Stocker il protocollo d’intesa provinciale in materia di adozione internazionale e nazionale.

Firmato questa mattina (25 gennaio) dall’assessora Stocker il protocollo d’intesa provinciale in materia di adozione internazionale e nazionale Foto: USP
Zoomansicht Firmato questa mattina (25 gennaio) dall’assessora Stocker il protocollo d’intesa provinciale in materia di adozione internazionale e nazionale Foto: USP

L’ultimo protocollo d’intesa riguardo alle adozioni è stato firmato a livello provinciale nel 2006 e la sua rielaborazione si è resa necessaria a causa di una serie di novità introdotte negli ultimi anni a livello locale per quanto riguarda gli aspetti organizzativi ed i contenuti relativi al sostegno ed all’assistenza delle famiglie adottive. La nuova versione, aggiornata, del Protocollo d’intesa provinciale in materia di adozione internazionale e nazionale è stata quindi firmata questa mattina (25 gennaio), nella sede dell’Assessorato alle Politiche sociali, dall’assessora Martha Stocker, dal presidente del Tribunale per i minorenni, Benno Baumgartner, dal Servizio adozioni Alto Adige dell’Azienda servizi sociali di Bolzano, rappresentato dalla direttrice, Michela Trentini, da Silvia Cristina Zangrando, presidente dell’associazione Amici Trentini ONLUS, e da Michela De Santi, dell’associazione Ai.Bi ONLUS.

Nel corso della firma del protocollo l’assessora Martha Stocker ha sottolineato l’importanza dell’adozione, un tema che le sta particolarmente a cuore e che ha avuto modo di seguire nel passato con il suo predecessore Otto Saurer. “Ritengo che l’adozione sia una decisione importante e socialmente molto preziosa da parte di una coppia – ha affermato l’assessora – per questa ragione voglio esprimere il mio ringraziamento alle famiglie ed a tutti coloro che si impegnano in questo settore a livello nazionale ed internazionale”.  

L’obiettivo prioritario del nuovo protocollo è quello di regolamentare le competenze dei vari partner che si occupano delle singole fasi delle adozioni internazionali, dalla sensibilizzazione al sostegno delle famiglie adottive. Per la prima volta il protocollo d’intesa include anche la tematica delle adozioni nazionali ed anche in questo caso ne regolamenta le competenze, ad esclusione degli Enti autorizzati, che si occupano esclusivamente delle adozioni internazionali. Il protocollo prevede che dopo due anni dalla firma venga verificata la sua validità sotto il profilo dei contenuti e delle effettive esigenze delle famiglie adottive.

Nel corso del 2017 12 coppie hanno presentato domanda di idoneità all’adozione internazionale e nel corso dello stesso anno 15 famiglie, tra queste anche coppie che hanno presentato la domanda nel 2016, hanno ricevuto tale idoneità. Sempre l’anno scorso 12 coppie hanno completato l’iter dell’adozione internazionale ed hanno fatto richiesta di registrazione al Tribunale per i minorenni.

Dei 13 bambini adottati in Alto Adige nel 2017 4 erano tra 0 e 2 anni, 5 tra 3 e 5 anni, 4 tra 6 e 10 anni. Nel 2017 sono stati emanati in Alto Adige complessivamente 7 decreti di adozione nazionale, la media annuale delle adozioni nazionali, riferisce il giudice Benno Baumgartner, è di circa 3-4 all’anno.

 

FG


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter