News

Vertice sulla sicurezza dei lavori per il tunnel di base del Brennero

Definite, nel corso di un vertice presso la Ripartizione lavoro, ulteriori norme di sicurezza per il cantiere della galleria di base del Brennero.

Definite, nel corso di un vertice presso la Ripartizione lavoro, ulteriori norme di sicurezza per il cantiere del Tunnel di base del Brennero Foto: USP/B. Franzelin
Zoomansicht Definite, nel corso di un vertice presso la Ripartizione lavoro, ulteriori norme di sicurezza per il cantiere del Tunnel di base del Brennero Foto: USP/B. Franzelin

Si è svolto nei giorni scorsi presso la sede della Ripartizione lavoro a Bolzano, convocato dal direttore, Helmuth Sinn, un vertice sulla sicurezza sul lavoro nel cantiere per la realizzazione della galleria di base del Brennero. Presenti all’incontro oltre al direttore Helmuth Sinn, l’amministratore delegato italiano della società europea Galleria di base del Brennero (BBT SE), Raffaele Zurlo, il direttore dell’ispettorato del lavoro, Sieghart Flader, il direttore del consorzio BBT, Martin Ausserdorfer, gli ispettori del lavoro competenti per la costruzione del tunnel ed alcuni tecnici della società BBT.

Al centro dell’incontro i lotti dei lavori relativi al sottoattraversamento dell’Isarco e Mules 2-3 per la realizzazione dei quali sono stati stanziati complessivamente 1,5 miliardi di euro. Per la realizzazione dei lavori sono state previste delle misure nel piano di sicurezza e di coordinamento che hanno lo scopo di evitare rischi alla salute ed alla sicurezza dei lavoratori che operano nel cantiere. Nel corso del vertice si è parlato di come applicare, in maniera ancora più efficace, queste misure affinché possano essere evitati incidenti alle maestranze.

Il direttore della Ripartizione lavoro, Sinn, ha posto l’accento sull’obiettivo dell’Amministrazione provinciale che considera i lavori per la realizzazione della galleria di base del Brennero un vero e proprio cantiere modello e punta al completamento dell’opera senza che si verifichi alcun incidente mortale. “A questo scopo – ha sottolineato Sinn – è fondamentale che vi sia una buona interazione del committente con le imprese che realizzano l’opera ed il management della sicurezza”.

A questo proposito l’amministratore delegato, Raffaele Zurlo, ed i suoi tecnici della sicurezza hanno assicurato che faranno tutto il possibile per far sì che l’opera venga realizzata senza che si verifichino incidenti. A questo scopo verranno previsti ulteriori ausili tecnici e saranno rafforzate la sensibilizzazione e la formazione delle maestranze, anche al di là delle norme minime previste per legge.

È stato infine concordato un regolare scambio di informazioni con l’Ispettorato del lavoro attraverso i coordinatori della sicurezza allo scopo di aggiornarlo sulla realizzazione delle misure di sicurezza concordate. Proseguiranno inoltre i controlli da parte dell’Ispettorato provinciale del lavoro.

 

FG


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter