News

Regione, i presidenti Kompatscher e Rossi incontrano i dipendenti

“E‘ stato un anno molto intenso, ma la sfida che abbiamo iniziato ad intraprendere con l’assunzione della delega sul personale amministrativo della giustizia sono sicuro che porterà ad un miglioramento dei servizi per i cittadini, e ciò avverrà grazie al lavoro svolto da voi tutti”. Questo il messaggio che ha voluto lanciare il presidente della Regione, Arno Kompatscher, durante il tradizionale scambio di auguri che si è svolto questa mattina (20 dicembre) nella sede di Trento subito dopo la riunione di giunta.

Regione, i presidenti Kompatscher e Rossi incontrano i dipendenti
Zoomansicht Regione, i presidenti Kompatscher e Rossi incontrano i dipendenti

L’incontro, aperto e chiuso dalle note classiche e “natalizie” del quartetto d’archi dell’orchestra regionale Haydn, è servito anche per salutare e ringraziare alcuni collaboratori andati in pensione di recente.
Il vicepresidente Ugo Rossi ha, quindi, voluto porre l’accento “sul lavoro quotidiano svolto da tutti i dipendenti per portare avanti le importanti competenze della Regione nel settore della previdenza integrativa, delle minoranze linguistiche, degli enti locali, del sostegno alle attività culturali. Ormai – ha aggiunto - questo impegno viene dato per scontato, ma è in realtà molto importante per la vita stessa dell’ente Regione”.

Un breve bilancio sull’anno che si sta per concludere è stato fatto dal segretario generale, Alexander Steiner. “Ancora prima di entrare in servizio in Regione – ha ricordato Steiner – ho assistito ad un dibattito con i presidenti Kompatscher e Rossi nel quale il presidente altoatesino disse: ‘La Regione ci tornerà utile. Magari dovremo toglierle qualche contenuto ma per dargliene altri, per riempirla di nuove opportunità’. Ebbene, queste opportunità – ha aggiunto, riferendosi alla delega sulla giustizia – sono venute ed è stato un anno veramente impegnativo”. Il segretario generale ha, quindi, rivolto un ringraziamento particolare “a tutti quei collaboratori che hanno dato e danno molto di più di quanto dovrebbero”, ammettendo, poi, che “la delega sulla giustizia ha scombussolato il nostro ente, ma proprio per affrontare questa nuova sfida abbiamo messo mano alla struttura organizzativa e ci siamo attivati per ampliare gli organici”. “Questo, però – ha concluso Steiner  – è un processo che richiede tempo e pertanto chiedo a tutti di avere un po’ di pazienza. In queste ultime sedute sono state autorizzate nuove assunzioni ed altre seguiranno”.


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter