News

Auto elettriche, fino a 4mila euro di incentivi in Alto Adige

Chi acquista un auto elettrica può ottenere sino a 4mila euro di incentivi. Via libera ai criteri per i contributi, ora la convenzione con i concessionari.

Incentivi fino a 4mila euro l'acquisto di auto elettriche (Foto USP)
Zoomansicht Incentivi fino a 4mila euro l'acquisto di auto elettriche (Foto USP)

La Giunta provinciale alto atesina ha approvato questa mattina (19 settembre) i criteri per la concessione di contributi a soggetti privati e pubblici per l'acquisto di auto elettriche. Il prossimo passo, per fare in modo che il provvedimento entri concretamente in vigore, è rappresentato dalla firma della convenzione con i concessionari. "Dopo le imprese - commenta il presidente Arno Kompatscher - anche i privati cittadini potranno ottenere sino a 4mila euro di incentivi per l'acquisto anche mediante contratto di leasing di veicoli elettrici, inclusi i cosiddetti ibridi plugin, e di stazioni di ricarica. In questo modo agevoliamo delle scelte che puntano a sostenere la mobilità sostenibile in un'ottica di minore inquinamento e migliore qualità di vita". Per poter accedere ai contributi il richiedente deve essere residente in Alto Adige e il veicolo deve essere immatricolato in Provincia di Bolzano. Prevista anche un'esenzione quinquennale del bollo auto, mentre successivamente si pagherà solo il 22,5% della tassa automobilistica ordinaria.

"La nostra idea - aggiunge l'assessore Florian Mussner - è quella di far convivere diverse forme di mobilità sostenibile: oltre al trasporto pubblico, in maniera particolare quello su rotaia, è dunque prioritario sostenere la diffusione delle auto elettriche". Anche perchè il contributo, sottoforma di abbattimento delle emissioni inquinanti, può essere di notevoli dimensioni. "Ci siamo posti l'obiettivo - precisa l'assessore Richard Theiner - di ridurre gradualmente le emissioni di biossido di azoto, che dovranno scendere sotto le 4 tonnellate l'anno entro il 2020 sino a raggiungere le 1,5 tonnellate entro il 2050: dato che il traffico ha un peso determinante da questo punto di vista, la diffusione delle auto elettriche può aiutarci a raggiungere più in fretta questo ambizioso risultato". Il sistema di incentivi che ora riguarda i privati aveva già fatto riscontrare un buon successo fra le imprese con ben 131 domande presentate fra l'inizio di luglio e la fine di agosto, ma l'iter burocratico per i cittadini "comuni" sarà ancora più semplice: "Non sarà necessario alcun modulo - precisa Mussner - chi acquisterà un'auto elettrica riceverà semplicemente una specie di sconto da parte del rivenditore, il quale poi verrà rimborsato dall'amministrazione provinciale".

L'incentivo, come detto, potrà raggiungere un massimo di 4mila euro per le auto elettriche e 2mila euro per le ibride, equamente suddiviso fra contributo provinciale e riduzione di prezzo applicata dal concessionario. Possono accedere al sistema di agevolazioni coloro che hanno acquistato veicoli elettrici a partire dal mese di maggio, ma in questo caso è necessario presentare apposita richieste presso il rivenditore. A proposito di rivenditori, nelle prossime settimane la Ripartizione mobilità provvederà, sulla base dei criteri approvati oggi dalla Giunta provinciale, a stipulare le convenzioni con i singoli concessionari, la cui lista aggiornata sarà pubblicata sul sito web www.greenmobility.bz.it.

mb


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter