News

www.14-18.europaregion.info: Il dilemma della politica europea sulla migrazione

A settembre su www.14.18.europaregion.info si parla di Migration compact vs. mal d’Africa. Tradotto: politiche europee più compatte e stringenti sui migranti e, per contro, situazioni sociali e guerriglie che spingono sempre più disperati a lasciare le loro terre d’origine africane per cercare di sopravvivere. Due posizioni contrapposte pur essendo ambedue comprensibili. Come uscirne? Spiega Maria Serena Alborghetti, viaggiatrice, scrittrice, osservatrice ONU-UE in Africa.

Maria Serena Alborghetti in missione ONU nel Kongo (Foto: Alberghetti)
Zoomansicht Maria Serena Alborghetti in missione ONU nel Kongo (Foto: Alberghetti)

Un tema che è cronaca di tutti i giorni, in costante divenire. L’Austria che minaccia l’uso dei carri armati al confine del Brennero e l’Italia parla di chiusura dei porti per gli scafi delle ONG (Organizzazioni Non Governative) che non rispettano delle specifiche procedure. A livello di Unione Europea, gli argomenti sul tavolo delle trattative sono una revisione del Trattato di Dublino -in modo che il peso di occuparsi degli immigrati non gravi in toto sul Paese di prima accoglienza- l’aumento degli hot spot, il rafforzamento dei programmi di guardia costiera e di frontiera europea (i vari progetti Frontex e Triton, per intercedi), l’elaborazione di una procedura di rilascio dell’asilo uniforme a livello europeo, in modo da impedire che i flussi dei richiedenti asilo vengano condizionati dalle maggiori o minori difficoltà burocratiche esistenti nei diversi Paesi d’accoglienza.

Maria Serena Alborghetti, viaggiatrice, scrittrice, osservatrice ONU-UE in Africa, ci racconta di quello che sta accadendo e di cui noi poco o nulla sappiamo.  A noi dell’Euregio espone un’interessante riflessione, che le politiche immigratorie dovrebbero fare proprie.

 

Monica Maffei per conto dell‘Euregio


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter