News

Riforma protestante in Tirolo e Trentino, convegno al via

La diffusione della Riforma in Tirolo e Trentino e la sua influenza sulla cultura e l’arte. Inaugurato il convegno scientifico di Castel Tirolo.

Il direttore di Castel Tirolo, Leo Andergassen, all'inaugurazione del convegno sulla riforma protestante (Foto USP)
Zoomansicht Il direttore di Castel Tirolo, Leo Andergassen, all'inaugurazione del convegno sulla riforma protestante (Foto USP)
La riforma protestante in Tirolo e Trentino: uno degli interventi del convegno che si concluderà domani (Foto USP)
Zoomansicht La riforma protestante in Tirolo e Trentino: uno degli interventi del convegno che si concluderà domani (Foto USP)

"La Riforma protestante nel Tirolo e nel Trentino" è il titolo del convegno scientifico che ha preso il via oggi (giovedì 7 settembre), a Castel Tirolo, sede del Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano. Organizzato dal direttore di Castel Tirolo Leo Andergassen e dallo storico dell’arte Hanns-Paul Ties, il simposio vedrà alternarsi per due intere giornate gli interventi di una quindicina di esperte ed esperti da Italia, Austria e Germania, con approfondimenti su diversi temi. Il convegno è aperto al pubblico e non è prevista traduzione simultanea. Durante la prima giornata, sotto la lente finirà in primo luogo la partecipazione della nobiltà tirolese alla Riforma o comunque alla vita protestante nelle città tirolesi. In programma vi sono poi interventi sulla Riforma nella cittadina di Hall in Tirol e sulle tracce che ha lasciato a Brunico, con uno sguardo anche al Trentino. Altre questioni esaminate saranno quelle dei riflessi della Riforma nella cultura teatrale tirolese e della diffusione degli scritti protestanti. In chiusura (ore 18.15), l’intervento del professor Rudolf Leeb dell’Istituto di Storia della Chiesa e arte ecclesiastica dell’Università di Vienna si concentrerà sull’arte riformatrice in Austria.

Il rapporto tra Riforma e arte e i riflessi riformatori riscontrabili sui monumenti sepolcrali tirolesi e sugli arredi sacri e profani sudtirolesi e trentini sono il focus intorno a cui, venerdì 8 settembre, graviterà la seconda giornata di convegno. Di grande importanza sarà l’analisi degli scritti teologici controversistici di Johannes Nas e Georg Scherer, oltre alla questione sull’unità della fede sollevata nel XIX secolo. Alle ore 18 sarà proposta una visita guidata alla mostra “Lutero e il Tirolo. Religione tra Riforma, accettazione e emarginazione” in corso a Castel Tirolo. Sabato 9 settembre è prevista un’escursione guidata (ore 9-17) a una casa sotto i Portici e a Castel Rubein a Merano e, di seguito, a Castel Juval e alla Chiesa parrocchiale di San Lucio a Tiss in Val Venosta, tutti luoghi dove è possibile ammirare pitture parietali influenzate dalla Riforma. È gradita la prenotazione, i posti sono limitati.

Info: www.casteltirolo.it

USP


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter