News

150 anni Ferrovia del Brennero/1: collegamento storico in Europa

La Ferrovia del Brennero è la storia del Tirolo, è progresso ma anche sostenibilità: a Innsbruck il primo atto delle celebrazioni per i 150 anni della linea.

150 anni Ferrovia del Brennero
Zoomansicht 150 anni Ferrovia del Brennero

In occasione dei 150 anni della Ferrovia del Brennero, celebrati oggi fra Innsbruck e Fortezza, per la prima volta un treno Railjet delle Ferrovie austriache (il più moderno e veloce della flotta ÖBB a lunga percorrenza) ha viaggiato dal capoluogo tirolese a Vipiteno. Erano circa 400 i rappresentanti di istituzioni e associazioni invitati stamattina alla partenza nella stazione di Innsbruck, accolti da Schützen e banda musicale con il tradizionale ricevimento tirolese ("Landesüblicher Empfang"). All’evento, promosso da Provincia di Bolzano e Land Tirol con la collaborazione di RFI, ÖBB e BBT SE, hanno fatto gli onori di casa il governatore Günther Platter, il presidente Arno Kompatscher e il presidente del CdA di ÖBB, Andreas Matthä. Dal binario 1 sono poi saliti sul treno speciale in direzione Alto Adige. Un momento di festa "per sottolineare una volta di più l’importanza storica della linea del Brennero come collegamento viario e elemento di unione - hanno concordato Kompatscher e Platter - con la realizzazione di questa infrastruttura, per la prima volta l’Europa è diventata realtà percepibile, un secolo prima della creazione della Comunità europea."

Nel suo intervento a Innsbruck Kompatscher ha inoltre definito la storia della ferrovia del Brennero "una storia movimentata e di successo, che è quella del Tirolo storico. Il futuro sarà positivo, perchè la ferrovia ha futuro." La costruzione del tunnel di base del Brennero segna nuovi parametri per la mobilità: "150 anni fa il primo viaggio in treno da Innsbruck a Bolzano durò 6 ore, con il BBT si andrà da un capoluogo all’altro in 45 minuti. Il tunnel, ma contestualmente, voglio ribadirlo, anche le tratte di accesso e le misure di politica dei trasporti connesse permetteranno di incentivare il trasferimento delle merci su rotaia e di velocizzare i collegamenti dell’intero corridoio transeuropeo", ha aggiunto Kompatscher. Perchè la ferrovia è progresso e sviluppo, "ma anche sostenibilità."

Suggestivo il secondo intermezzo commemorativo dei 150 anni: giunti a Vipiteno, i partecipanti hanno lasciato il Railjet per la regina delle locomotive a vapore, la mitica 685 della Fondazione FS Italiane, che li ha accompagnati sbuffando fino allo scalo ferroviario militare nei pressi del Forte di Fortezza, ultima tappa della giornata celebrativa. La locomotiva 685, per l’evento tirata a lucido dai tecnici della Fondazione, ha in composizione alcune carrozze degli anni ’30 (due tipo 32000, tre "cento porte2 e una di prima classe serie 10000). Tra il 1912 e il 1930, la locomotiva 685 rappresentò il top di quanto poteva offrire la tecnologia ferroviaria italiana in fatto di trazione a vapore, guadagnandosi l’appellativo di regina proprio per le sue eccellenti prestazioni. 

Cenni storici 

La Ferrovia del Brennero tra Innsbruck e Bolzano fu inaugurata nell’agosto 1867, esattamente un secolo e mezzo fa, dopo 4 anni di lavoro e l’impiego di circa 20mila operai. Era una tratta di 125 km considerata un capolavoro tecnico dell’epoca pionieristica della costruzione di strade ferrate in Europa. A firmare il progetto fu l’ingegner Carl von Etzel di Stoccarda, ideatore di diverse infrastrutture ferroviarie per l’Impero asburgico. Per superare il dislivello su entrambi i versanti del valico furono costruite le prime gallerie elicoidali. La linea, che transita attraverso il passo del Brennero a 1371 metri di altitudine, ha una pendenza massima del 25 per mille e può essere percorsa alla velocità massima di 100 km all’ora. Oltre cinque ore duravano i primi viaggi Bolzano-Innsbruck (oggi si è scesi a due). Bene tecnico-culturale unico nel suo genere, la linea ferroviaria attraverso il Brennero è fondamentale elemento di raccordo tra nord e sud e via di comunicazione per gli scambi economici e culturali. Grazie alle tecniche costruttive innovative e a uno sviluppo del tracciato rispettoso del paesaggio, la tratta del Brennero costituisce un riferimento standard nella storia del settore. 

pf


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter