News

"Attiviamoci per una pausa sana", presentato il bilancio finale

Quattro scuole superiori altoatesine, e altrettante del Tirolo del Nord e dell'Est, nei mesi scorsi hanno dato vita al primo progetto scolastico transfrontaliero "Attiviamoci per una pausa sana". Il bilancio finale dell'iniziativa è stato presentato questa mattina (mercoledì 9 giugno) dagli assessori alla sanità Richard Theiner e Bernhard Tilg.

Foto di gruppo per gli assessori Theiner e Tilg con i partecipanti al progetto "Attiviamoci per una pausa sana" (Foto: LPA / Pertl)
Zoomansicht Foto di gruppo per gli assessori Theiner e Tilg con i partecipanti al progetto "Attiviamoci per una pausa sana" (Foto: LPA / Pertl)
"Nell'infanzia si gettano le basi della nostra salute - ha sottolineato l'assessore Theiner - ed è quindi essenziale che la scuola, luogo di apprendimento per eccellenza, trasmetta agli allievi gli strumenti giusti per gestire anche la pausa in modo sano". Theiner ha poi speso parole d'elogio per la Fondazione Vital, che ha puntato su iniziative gestite da alunni e insegnanti.
Un approccio rivelatosi vincente, come confermato anche dai numeri: "In Alto Adige - ha spiegato Richard Theiner - al progetto "Attiviamoci per una pausa sana" hanno preso parte 1200 alunni e 270 insegnanti, mentre nel Tirolo gli alunni coinvolti sono stati oltre 650". "Mangiare cibi sani a scuola - ha aggiunto Franz Plörer, direttore della Fondazione Vital - è essenziale per diffondere tra i giovani le competenze alimentari che dovranno accompagnarli nell'età adulta".

Grazie al sostegno della Fondazione Vital, e alla collaborazione del Servizio di educazione sanitaria delle intendenze scolastiche italiana e tedesca, e del Dipartimento provinciale famiglia, sanità e servizi sociali, gli studenti hanno sviluppato e realizzato proposte concrete per rendere più sana la pausa. Oltre all'aspetto prettamente alimentare della "merenda" e delle bevande consumate, il progetto ha previsto iniziative per migliorare il senso di benessere all'interno della scuola, promuovere un contesto favorevole all'apprendimento, rendere più accogliente l'ambiente in cui si svolge la pausa e migliorare la comunicazione interpersonale.

Il progetto "Attiviamoci per una pausa sana", è stato avviato lo scorso anno in via sperimentale presso l'Istituto professionale per il commercio "Peter Mitterhofer" di Merano, mentre questa volta le scuole superiori coinvolte sono state quattro: il Liceo scientifico e l'Istituto tecnico industriale di Merano, l'Istituto per geometri di Bolzano e l'Istituto pluricomprensivo in lingua italiana di Brunico. Per il Tirolo, invece, hanno partecipato gli istituti politecnici di Lienz e Reutte, l'Istituto tecnico commerciale di Reutte e il Liceo scientifico cattolico di Innsbruck. L'Istituto di Lienz, tra l'altro, con questo progetto ha ottenuto il premio speciale del Ministero della pubblica istruzione austriaco.

» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter