News

Il Tirolo guiderà la Strategia EUSALP per la mobilità

Nella cornice dell’odierna riunione di apertura con i rappresentanti di 22 regioni europee, il Land Tirolo ha assunto la guida della Strategia UE per la Regione Alpina (EUSALP) nel settore della mobilità. Il Gruppo d’azione, che il Tirolo coordinerà per almeno tre anni, mira a promuovere l’intermodalità e l’interoperabilità nell’ambito del trasporto passeggeri e merci per rendere il traffico di transito attraverso le regioni alpine il più agevole ed ecocompatibile possibile.

Il Capitano del Tirolo Günther Platter e la sua vice Ingrid Felipe nella riunione della strategia EUSALP per la mobilità. Foto: Land Tirol/Steiner
Zoomansicht Il Capitano del Tirolo Günther Platter e la sua vice Ingrid Felipe nella riunione della strategia EUSALP per la mobilità. Foto: Land Tirol/Steiner
Günther Platter, Ingrid Felipe e il dirigente del gruppo di lavoro, DI Ewald Moser, reparto pianificazione mobilità. Foto: Land Tirol/Steiner
Zoomansicht Günther Platter, Ingrid Felipe e il dirigente del gruppo di lavoro, DI Ewald Moser, reparto pianificazione mobilità. Foto: Land Tirol/Steiner

La Macroregione alpina abbraccia un territorio che si estende da Vienna a Genova, dalla Slovenia settentrionale alle Alpi francesi. “Vorrei che le Regioni facessero sentire di più la loro voce all’interno dell’Unione europea. È necessario ridurre in modo duraturo l’impatto del traffico di transito sulla popolazione che risiede lungo l’asse del Brennero. Ho esposto questo mio pensiero anche al Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nell’incontro della settimana scorsa, discutendo delle sfide che il traffico transalpino genera”, afferma il Capitano del Tirolo Günther Platter, il quale, considerando il costante aumento del numero dei veicoli pesanti che transitano per il Brennero, sottolinea la necessità di “lavorare congiuntamente al trasferimento del traffico dalla gomma alla rotaia”. Il Capitano del Tirolo auspica da parte dell’Unione europea, che ha avviato una procedura di infrazione nei confronti della Repubblica d’Austria per eccessiva emissione di sostanze inquinanti nell’aria, un sostegno nella questione relativa al divieto di transito settoriale, attraverso cui il Tirolo mira a spostare dalla strada alla rotaia fino a 200.000 veicoli pesanti all’anno. 

“Nonostante l’aumento dei transiti di autovetture e mezzi pesanti, con il limite dei 100 km/h introdotto per contrastare l’inquinamento atmosferico abbiamo avviato un’inversione di tendenza nella qualità dell’aria, creando così, secondo il mio punto di vista, i presupposti per il divieto di transito settoriale dei mezzi pesanti”, sostiene la Vicecapitana del Tirolo Ingrid Felipe, auspicando che dall’intensa collaborazione fra le regioni alpine possano scaturire anche interventi di più ampia portata. Per quanto concerne l’ottimizzazione del trasporto pubblico transfrontaliero, altro tema trattato dal Gruppo d’azione, Ingrid Felipe si dice fiduciosa dei frutti che porterà la riforma delle tariffe varata questa settimana dal Governo del Land Tirolo, grazie alla quale l’Euroregione Tirolo potrebbe svolgere un ruolo propulsore con una politica del trasporto pubblico a prezzi agevolati.

Il transito dei mezzi pesanti dovrebbe essere ridotto a lungo termine anche tramite un’opera di modernizzazione infrastrutturale. “Il sistema di trasporto combinato RoLa, che prevede il caricamento su treni merci di interi autotreni con carico, può costituire solo una soluzione transitoria”, osserva la Vicecapitana del Tirolo, secondo la quale rimuovendo gli ostacoli e promuovendo il processo di modernizzazione infrastrutturale risulterà sempre più appetibile il trasporto merci su rotaia. Gli obiettivi strategici enunciati dalla Commissione europea nel “Libro bianco dei trasporti”, che prevedono di trasferire su rotaia il 30% del trasporto di merci su strada entro il 2030 e il 50% entro il 2050, si possono raggiungere”, fa notare Ingrid Felipe, “ma non senza una chiara volontà politica di tutte le parti, anche affrontando la gestione dei pedaggi.     

Ogni anno l’Unione europea mette a disposizione della regione incaricata di coordinare la strategia EUSALP per la mobilità risorse pari a 100.000 euro. Il Governo del Land Tirolo affiderà il coordinamento del Gruppo d’azione a Ewald Moser, proveniente dal settore pianificazione trasporti, il quale in veste di ex esperto nazionale per la Commissione europea gode di ottimi contatti anche a Bruxelles.


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter