News

  • Il Governatore Platter afferma: “Il Brennero non può diventare come Spielfeld”

    All’incontro tra il Governo federale e i Governatori dei Länder austriaci sul diritto d’asilo che si terrà mercoledì a Vienna il Capitano del Tirolo Günther Platter si presenta con le idee chiare: “Abbiamo bisogno di urgenti misure concrete per ridurre il numero dei richiedenti asilo in Austria”.

  • Dalla Giunta Alto Adige: inaccettabile messa in discussione del trattato di Schengen

    "La messa in discussione del trattato di Schengen è inaccettabile". Con queste parole il presidente Arno Kompatscher ha sintetizzato la presa di posizione della Giunta provinciale dell’Alto Adige rispetto alle notizie di intensificazione dei controlli ai confini nazionali. "Stiamo lavorando - ha aggiunto Kompatscher - per farci trovare pronti ad ogni eventualità".

  • Conferenza sugli aiuti ai profughi in Alto Adige

    L’assessora provinciale alto atesina, Martha Stocker, ha illustrato questa mattina (21 dic.) il bilancio dell’attività svolta dal suo Assessorato a favore dei profughi e dei richiedenti asilo, nonché le prospettive per il prossimo anno. Presenti anche il direttore della Ripartizione politiche sociali, Luca Critelli, e Johanna Mitterhofer, dell’Istituto per i diritti delle minoranze dell’EURAC.

  • Festival della Famiglia, Rossi: Il nostro compito è tenere viva la comunità educante"

    “Dove le famiglie sono sostenute si realizzano le condizioni per una più equilibrata crescita dell’intera società, il sostegno alle famiglie genera fiducia”: questo il cuore del messaggio che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha fatto arrivare alla quarta edizione del Festival della Famiglia a Trento. “La prima comunità educante è la famiglia – sono state le parole del Presidente della Provincia, Ugo Rossi –, bisogna tenere vivo questo ruolo ed è forse questa l’emergenza maggiore per le famiglie di oggi: occuparsi delle comunità educanti significa aiutare le famiglie a costruire nei nostri ragazzi quel senso di responsabilità individuale indispensabile per affrontare le difficoltà della vita”.

  • Passo in avanti per l'istituzione del Fondo regionale di solidarietà

    L’istituzione di un Fondo regionale di solidarietà è stata discussa nell’ambito di un incontro fra l’assessora provinciale al lavoro della Provincia Autonoma di Bolzano/Alto Adige, Martha Stocker ed i partner sociali svoltosi il 30.11. Come riferisce l’assessora Stocker: Abbiamo compiuto un passo avanti e ora si avvia la predisposizione del testo della relativa convenzione.

  • Convegno sull'emergenza profughi, via alla taskforce dell'Euregio

    La problematica legata alla presenza dei profughi è stata al centro di un convegno svoltosi oggi (30 novembre) a Trento e organizzato dal GECT Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. Le tre regioni puntano con forza su una taskforce in grado di collaborare e concordare le misure più adeguate a gestire il fenomeno.

  • "European Job Day 2015" per cercare e trovare un lavoro in Europa

    Numerosi giovani hanno preso parte oggi pomeriggio (23 novembre) alla manifestazione "European Job Day" organizzata dal Centro di mediazione lavoro di Bolzano presso la sede della Ripartizione lavoro ai Piani di Bolzano.

  • La Ripartizione lavoro organizza a Bolzano lo “European Job Day 2015“

    Il Servizio EURES della Ripartizione lavoro organizza lunedì 23 novembre, presso il Centro di mediazione al lavoro, in via Gamper,1 a Bolzano la manifestazione informativa “European Job Day 2015” dedicata ai giovani che intendono lavorare e studiare all’estero.

  • Plurilinguismo, la chiave per integrazione e lavoro: convegno Euregio

    Il plurilinguismo come opportunità di integrazione e lavoro è stato il tema al centro del convegno promosso dall’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino all’EURAC di Bolzano in collaborazione con il Servizio di coordinamento per l’integrazione della Provincia. Approfonditi in particolare gli aspetti delle politiche linguistiche delle imprese e delle pratiche del plurilinguismo sul posto di lavoro.

  • Consiglio dei Ministri approva norma sull'uso della lingua

    Cittadini UE ed extracomunitari potranno scegliere tra la lingua italiana e quella tedesca nei rapporti con la PA e nei procedimenti giudiziari in Alto Adige: la norma di attuazione adeguata alle disposizioni UE è stata approvata oggi (12 ottobre) dal Consiglio dei Ministri, presente a Palazzo Chigi il vicepresidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Richard Theiner in rappresentanza del presidente Kompatscher.


Condividi:  Facebook google+ twitter