News

Parità di genere: approvato progetto europeo Erasmus+

Decisione della Giunta trentina su proposta del vicepresidente Olivi e dell'assessora Ferrari

Progetto per la parità di genere, Erasmus+
Zoomansicht Progetto per la parità di genere, Erasmus+

Approvato dalla Giunta provinciale trentina, su proposta del vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi e dall'asssessora alle Pari opportunità Sara Ferrari , il progetto Dee-Diversity, Equality and inclusion in pre-primary Education and care: a gender perspective, del Programma Erasmus+.
Obiettivo generale è quello di dare un contributo nel contrasto agli stereotipi di genere fin dall'età prescolare, costruendo e testando un modello di formazione rivolto a insegnanti ed educatrici della fascia 0-6 anni. Il progetto fornirà agli insegnanti le competenze necessarie al fine di creare nelle aule un "clima" educativo orientato all'inclusione e sensibile alle tematiche di genere. Il progetto vuole inoltre sensibilizzare famiglie e decisori politici così da creare un contesto favorevole al superamento dei modelli stereotipati riguardanti i generi maschile e femminile.
Coordinatore del progetto è la Provincia autonoma di Trento, con L'Ufficio pari opportunità. Gli altri partner Università di Trento, ed inoltre Verein für Männer- und Geschlechterthemen Steiermark (Austria), Rettet-das-Kind-Steiermark (Austria), Arci - Alliance for regional and civil initiatives (Bulgaria), Regionalen Inspektorat to Obrazovanieto Silistra (Bulgaria).
Il budget totale ammonta a € 320.879,00, cofinanziato al 100% dall'Unione europea.

L’istruzione prescolare, in generale, è stata oggetto di una maggiore attenzione negli ultimi anni, dal momento che è sempre più accettata l’idea che nei primi anni  vi è il fondamento della cultura e della cittadinanza per tutta la vita. Recenti studi attirano l'attenzione sulla persistenza di stereotipi di genere e pregiudizi maturati nella fascia d’età 0-6 anni e diversi studi hanno dimostrato le conseguenze negative che questo può avere sulla autostima e la fiducia.
Il progetto si rivolge a tutti gli attori e le attrici, offrendo opportunità e strumenti per diventare consapevoli del proprio genere e sviluppare, di conseguenza, la capacità di relazionarsi con l'altro. Il fine essenziale è quello di sviluppare un approccio orientato alla parità di genere per l’educazione prescolare, sulla base di un quadro pedagogico appropriato all’età. Il progetto prevede inoltre lo sviluppo di modelli di insegnamento adeguati e strumenti per bambini in età prescolare.

(mp)


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter