News

Mother’s index: il Trentino Alto Adige è al primo posto

Oggi, 15 maggio, è la Giornata internazionale dedicata alla famiglia. Il “Rapporto mamme” di Save the children propone il Mother’s index, un indice che misura e confronta i territori sul sostegno alla maternità. Nell’edizione 2017, uscita la scorsa settimana, il Trentino Alto Adige è la regione italiana prima classificata.

Oggi è la Giornata internazionale della famiglia
Zoomansicht Oggi è la Giornata internazionale della famiglia

Lo scorso giovedì è stato diffuso Le equilibriste. La maternità tra ostacoli e visioni di futuro il report sulla condizione materna in Italia, redatto da Save the Children che, come ogni anno, propone un’analisi di come vivono le mamme oggi nel nostro Paese.

Poche novità e molte conferme: diventare madri oggi in Italia significa sfidare le sorti di un quadro complesso dal punto di vista sociale ed economico, mediamente poco ospitale per una donna che voglia essere madre e lavoratrice insieme, tanto più considerando i bassi tassi di occupazione e gli alti tassi di disoccupazione che contraddistinguono il mercato del lavoro nazionale e soprattutto per le nuove generazioni. Così le donne in Italia mediamente diventano madri a un’età molto al di sopra della media europea: 31,7 anni contro 30,5 anni. E procrastinare la maternità significa anche ridurla in termini numerici: la denatalità, come ricordato anche nell’ultima edizione del Festival della Famiglia, è un fenomeno che assume connotazioni sempre più rilevanti per la stessa sopravvivenza della popolazione italiana. Nel 2015 il tasso di fecondità italiano è di 1,35 figli per donna contro la media europea di 1,58 (1,56 in Provincia di Trento), anno in cui è registrato il minimo storico di nascite con 485.780 bambini nati, 17 mila in meno rispetto all’anno precedente. Si consideri che il 1964 (apice del baby boom) ne nacquero oltre 1 milione. Così, l’Italia è un paese che invecchia in modo rapido e costante con conseguenze sul sistema di welfare che ha e avrà necessità di considerevoli assestamenti per riequilibrare lo sbilanciamento a favore delle generazioni più anziane che sempre più graveranno per pensioni e necessità di assistenza.

Il Rapporto mamme, poi, ricorda che il carico di lavoro delle donne madri è assai più gravoso di quello dei compagni: tra lavoro retribuito e lavoro familiare, si stima che le donne lavoratrici arrivino a 11 ore e 35 minuti al giorno mentre gli uomini si fermano a 10 ore e 13 minuti. Nella fascia di età tra i 25 e i 44 anni, il lavoro domestico e di cura rimangono ancora un carico soprattutto femminile: alle faccende le donne dedicano mediamente 3 ore e 25 minuti al giorno contro 1 ora e 22 minuti degli uomini; alla cura dei familiari (soprattutto figli minori), i valori scendono rispettivamente a 2 ore e 17 minuti contro 1 ora e 29 minuti. Ed è interessante notare come, mediamente, gli uomini dedichino più tempo ai figli che non alla casa, elemento contrario per le compagne.

E il Trentino? Considerando il Mother’s index (indice che considera e sintetizza 11 indicatori relativi a fecondità, mercato del lavoro, servizi di cura), il Trentino Alto Adige si conferma la regione complessivamente migliore per la qualità della vita offerta alle mamme, seguita da Valle d’Aosta, Emilia Romagna e Lombardia e risultando prima anche per i livelli di occupazione femminile e seconda per i servizi per l’infanzia. “Un dato che conforta sugli investimenti fatti in questi ultimi anni – commenta il dirigente dell’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili, Luciano Malfer – non a caso presi a esempio anche al di fuori della nostra provincia, come vedremo all’ottava convention dei Comuni amici della famiglia che si terrà venerdì prossimo a Comano Terme. La famiglia deve e può essere motore di sviluppo economico e sociale solo se opportunamente sostenuta, a partire dal suo stesso nascere. Per questo, il sostegno alla famiglia, oggi, passa anche e soprattutto dal sostegno alle nuove generazioni”.

Per ulteriori informazioni:
www.trentinofamiglia.it
https://www.savethechildren.it/cosa-facciamo/pubblicazioni/le-equilibriste-la-maternit%C3%A0-tra-ostacoli-e-visioni-di-futuro


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter