News

Kompatscher ad EUSALP, gestione traffico solo con azione condivisa

Riunita a Monaco di Baviera l'assemblea generale di Eusalp. Kompatscher: "Importante il confronto su mobilità e ambiente".

LH Platter und LH Kompatscher bei Jahresforum der EU-Alpenstrategie in München - Foto: LPA
Zoomansicht LH Platter und LH Kompatscher bei Jahresforum der EU-Alpenstrategie in München - Foto: LPA
Das EUSALP-Jahresforum in München - Foto: LPA
Zoomansicht Das EUSALP-Jahresforum in München - Foto: LPA

Riunita oggi negli avveniristici spazi del Bmw Welt di Monaco l’assemblea generale di Eusalp, la strategia macroregionale alpina dell’Unione europea. Presenti una cinquantina di rappresentanti di regioni e Stati europei: oltre al presidente della giunta altoatesina, Arno Kompatscher, in Baviera sono arrivati il governatore trentino, Ugo Rossi, e il tirolese, Günther Platter, che avrà la presidenza di turno il prossimo anno. "Trovo importante - afferma Kompatscher - che vi sia uno sforzo comune da parte di tutte le regioni dell'area alpina nell’affrontare insieme temi cruciali come la mobilità sostenibile e la tutela dell’ambiente. Anche la grande sfida del traffico transfrontaliero, in modo particolare di quello pesante, puó essere affrontata solo con un'azione unitaria e condivisa: misure unilaterali di singoli paesi e singole regioni, infatti, spesso tendono solo a spostare e non a risolvere i problemi. Eusalp ed Euregio, da questo punto di vista, costituiscono le piattaforme ideali per tali tipi di approcci", ha aggiunto Arno Kompatscher, annunciando un’apposito vertice euroregionale che si terrà a Bolzano a gennaio.
 
Tra gli obiettivi fissati nella "joint declaration", approvata a Monaco di Baviera vi è quello di implementare la strategia attraverso un maggiore coinvolgimento nel processo delle imprese e della società civile (in particolare dei giovani) attraverso sinergie con organizzazioni attive nell’area alpina come la Convenzione delle Alpi.  I rappresentanti di Eusalp hanno anche ribadito la necessità che le strategie macroregionali siano incluse nella politica di coesione dell’Unione Europea a partire dal 2020. L’azione dei gruppi di lavoro riguarderà la creazione di una rete di ricerca transfrontaliera, l’incremento della connettività transfrontaliera nei trasporti pubblici, il risparmio energetico e la formazione professionale duale.
 
La strategia macroregionale Eusalp è diventata operativa nel 2016 ed è la quarta strategia macroregionale riconosciuta ufficialmente da Bruxelles dopo quelle dell’area baltica, del Danubio e della regione adriatica-ionica. Vi sono coinvolte 48 regioni appartenenti a sette stati (Italia, Austria, Francia, Germania, Slovenia, Liechtenstein e Svizzera). Sono 9 i gruppi di lavoro istituiti, l’Euregio guida quello sulla mobilità, mentre l’Agenzia per l'ambiente della Provincia di Bolzano guida l’action group sul risparmio energetico.

(fgo)


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter