News

Accademia Euregio, secondo ciclo di incontri su economia, mobilità e lingue

Oltre 60 ragazzi di Tirolo, Alto Adige e Trentino hanno partecipato lo scorso fine settimana al secondo ciclo di incontri dell'Accademia dell'Euregio presso l'EURAC di Bolzano. "Obiettivo di questa iniziativa - sottolinea il presidente Arno Kompatscher - è quello di preparare i giovani verso un futuro di collaborazione transfrontaliera".

Foto di gruppo dei partecipanti all'Accademia dell'Euregio assieme all'assessora tirolese Ingrid Felipe (Foto: Emanuel Aichner/GECT)
Zoomansicht Foto di gruppo dei partecipanti all'Accademia dell'Euregio assieme all'assessora tirolese Ingrid Felipe (Foto: Emanuel Aichner/GECT)
Partecipanti attenti, costruttivi e critici (Foto: Emanuel Aichner/GECT)
Zoomansicht Partecipanti attenti, costruttivi e critici (Foto: Emanuel Aichner/GECT)
Hanno presentato la nuova cultura della mobilità nell'Euregio: (da sin) Raffaele De Col, Alexander Jug, Günther Burger, Ingrid Felipe, Matthias Fink (Foto: Emanuel Aichner/GECT)
Zoomansicht Hanno presentato la nuova cultura della mobilità nell'Euregio: (da sin) Raffaele De Col, Alexander Jug, Günther Burger, Ingrid Felipe, Matthias Fink (Foto: Emanuel Aichner/GECT)
Giovani al lavoro durante l'Accademia dell'Euregio che ha fatto tappa all'EURAC di Bolzano (Foto: Emanuel Aichner/GECT)
Zoomansicht Giovani al lavoro durante l'Accademia dell'Euregio che ha fatto tappa all'EURAC di Bolzano (Foto: Emanuel Aichner/GECT)

Si chiama "Accademia dell'Euregio - Alta via dell'Autonomia", ed è uno dei principali progetti del GECT Tirolo-Alto Adige-Trentino. Organizzata assieme alla Fondazione Alcide De Gasperi, l'Accademia dell'Euregio consiste in tre fine settimana nel corso dei quali giovani al di sotto dei 35 anni di età hanno la possibilità di partecipare a seminari tenuti da relatori di livello internazionale e di discutere dei temi centrali della cooperazione transfrontaliera. Dopo il primo appuntamento svoltosi a Trento, lo scorso fine settimana l'Accademia si è spostata all'EURAC di Bolzano, dove si è discusso di economia, mobilità e lingue.

I lavori sono stati aperti dal direttore della Ripartizione provinciale economia, finanze e innovazione, Andrea Zeppa, il quale ha espresso la propria "soddisfazione nel vedere i giovani pensare e riflettere in una dimensione europea. Ricerca e innovazione - ha aggiunto Zeppa - sono i settori chiave per lo sviluppo dell'intera Euroregione". Sui temi economici si sono poi confrontati il docente dell'Università di Trento Enrico Zaninotto, il direttore della Standortagentur Tirol, Harald Gohm, e il fondatore della RE-BELLO di Laives, azienda emergente nel settore della moda, Daniel Tocca.

Successivamente è toccato alla mobilità, e in maniera particolare alla questione legata alla raggiungibilità dei territori dell'Euregio, con l'assessora tirolese Ingrid Felipe che ha rimarcato i grandi passi in avanti compiuti negli ultimi anni. "La qualità del trasporto pubblico è migliorata in maniera sensibile - ha spiegato la Felipe - grazie ai biglietti validi in tutto l'Euregio, all'intensificazione dei collegamenti diretti tra Bolzano e Innsbruck e al miglioramento del cadenzamento in Val Pusteria. La dimostrazione più lampante di questi progressi è rappresentata dalla crescita del numero dei passeggeri, che in futuro dovranno beneficiare di una programmazione di lungo periodo ancora più attenta".

Il secondo giorno degli incontri dell'Accademia dell'Euregio, invece, si è concentrato principalmente sul plurilinguismo, e tutti i partecipanti si sono mostrati concordi nel considerare questo aspetto un valore aggiunto per Tirolo, Alto Adige e Trentino da un punto di vista non solo culturale, ma anche economico. Dopo l'incontro di Trento dedicato a storia, politica e diritto, e quello di Bolzano nel quale si è discusso di economia, mobilità e lingue, l'Accademia dell'Euregio farà tappa dal 17 al 20 maggio all'Europarlamento, mentre dal 21 al 23 agosto è previsto l'incontro conclusivo durante il Forum Alpbach dedicato a formazione, ricerca ed Europa.

mb


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter