Sicurezza dei prodotti alimentari

La questione giuridica del mese di aprile riguarda stavolta la sicurezza alimentare nell'Euregio - tema più che attuale visti gli scandali che negli ultimi mesi hanno interessato questo settore. A questo proposito abbiamo intervistato Lukas Pichler del Servizio etichettatura e sicurezza prodotti della Camera di Commercio di Bolzano.

Domanda: Quali vantaggi comporta il nuovo diritto alimentare comunitario per i consumatori?

 

L’Euregio è circondata e traversata da confini. Questi sono ormai meno evidenti nel paesaggio, ma comunque giuridicamente esistenti ogni 100 km di viaggio attraverso il nostro territorio. Il solo fatto che una pluralità di disposizioni sia sostituita da un unica soluzione europea tradotta in tutte le lingue dell’Unione, facilita in modo determinante la percezione dei propri diritti.  Per altro, dove ci troveremo senza il Mercato Unico Europeo? Saremmo confrontati con un offerta povera, prezzi più alti e ulteriore burocrazia! L’obiettivo dell’Unione Europea è la creazione di un livello di sicurezza più alto su tutto il territorio.

Domanda: Quali informazioni si possono trovare sugli imballagi degli alimenti?

 

Il Regolamento concernente l’informazione del consumatore sugli alimenti ai consumatori elenca le indicazioni da indicare sugli imballaggi:

  • a) la denominazione dell’alimento;
  • b) l’elenco degli ingredienti;
  • c) allergeni
    qualsiasi ingrediente o coadiuvante tecnologico elencato nell’allegato II del reg. 1169/2011/UE o derivato da una sostanza o un prodotto elencato in detto allegato che provochi allergie o intolleranze usato nella fabbricazione o nella preparazione di un alimento e ancora presente nel prodotto finito, anche se in forma alterata;
  • d) la quantità di taluni ingredienti o categorie di ingredienti (QUID);
  • e) la quantità netta dell’alimento;
  • f) il termine minimo di conservazione o la data di scadenza;
  • g) le condizioni particolari di conservazione e/o le condizioni d’impiego;
  • h) il nome o la ragione sociale e l’indirizzo dell’operatore del settore alimentare di cui all’articolo 8, paragrafo 1;
  • i) il paese d’origine o il luogo di provenienza ove previsto all’articolo 26;
  • j) le istruzioni per l’uso, per i casi in cui la loro omissione renderebbe difficile un uso adeguato dell’alimento;
  • k) per le bevande che contengono più di 1,2 % di alcol in volume, il titolo alcolometrico volumico effettivo;
  • l) una dichiarazione nutrizionale.
  • + altre indicazioni obbligatorie per determinate tipologie di prodotti alimentari definiti in altre disposizioni normative;

Domanda: Esistono altre informazioni per poter confrontare meglio i prodotti alimentari?

 

L’informazione del consumatore è un diritto, necessità però anche della partecipazione

attiva del consumatore per potere essere fornito dagli imprenditori.

Domanda: Esistono indicazioni per persone allergiche?

 

Il Regolamento concernente l’informazione del consumatore sugli alimenti ai consumatori prevede a partire dal 2014 che le sostanze e gli ingredienti allergeni devono essere messi in rilievo nell’etichettatura. Questo facilita alle persone con intolleranze la gestione della loro allergia. Per l’imprenditore si evidenzia in particolar modo la sfida di gestire contaminazioni esterne che possono avvenire a sua insaputa.

Domanda: Quali vantaggi comportano i prodotti regionali riguardo la sicurezza alimentare?

 

Domanda: A chi si possono rivolgere consumatori e produttori? 

 

Il consumatore fa bene a rivolgersi direttamente all’imprenditore o venditore che ha immesso il prodotto sul mercato. Per ulteriori quesiti vari associazioni dei consumatori propongono consulenze specifiche:

  • Alto Adige: Verbraucherzentrale [Centro tutela consumatori] und Altroconsumo;
  • Tirolo: Arbeiterkammer
  • Provincia autonoma di Trento: Associazioni dei consumatori

 Per gli imprenditori, soprattutto la piccola impresa le istituzioni propongono aiuti concreti. Per informazioni ci si può rivolgere

  • in Alto Adige, alla Camera di commercio di Bolzano;
  • in Tirolo, alla Wirtschaftskammer Tirol,
  • nella Provincia Autonoma di Trento, ad associazioni e organizzazioni che curano l’export

Parallelamente al servizio di etichettatura gli imprenditori, in particolare artigiani quali macellai e panettieri possono utilizzare il portale www.foodlabelcheck.eu per creare una bozza dell’etichetta.

 

CONTATTO: dott. Lukas Pichler
Camera di commercio di Bolzano – Sicurezza dei prodotti
I-39100 Bolzano, via Alto Adige 60

Tel. 0039 0471 945 698 - Fax 0039 0471 945 510

sicurezzaprodotti@camcom.bz.it
www.handelskammer.bz.it - www.camcom.bz.it 

Curriculum vitae Lukas Pichler

  • Nato il 1976 a Bolzano e attualmente la residente;
  • Inserimento nell’Aeronautica Militare Italiana e susseguenti tirocini presso le istituzioni a Roma e Bruxelles;
  • 2003 conseguimento della laurea in economia e commercio presso l’Università di Innsbruck con il focus sul Marketing (Prof. Mühlbacher), gestione delle risorse umane (Prof. Laske) e macroeconomia (Prof. Chen);
  • Assegnazione del premio di ricerca “TIROLER SPARKASSEN-PREIS“ per l’analisi della concessione di crediti a stati in difficoltà economiche da parte del Fondo Monetario Internazionale e della Banca mondiale, connessa al perseguimento di riforme economiche: „Conditionality and its management by Bretton Woods Institutions. Implications beyond the formal conditions”;
  • 2004 – 2005 gerente del CSI „Centre for the Study of International Institutions” della Banca Nazionale Austriaca incentrato all’evidenza scientifica su beni pubblici, costi e benefici connesse ad istituzioni internazionali;
  • 2005 Redazione per il tema annuale di „Pro scientia “cenare – assunzione di cibo, culto e coltura” e susseguente inizio dei lavori per il servizio di etichettatura per piccole medie imprese presso la Camera di commercio di Bolzano;
  • A partire dal 2007 suppletivamente: svolgimento delle attività istituzionali per l’applicazione dei requisiti di sicurezza e di informazione verso il consumatore sui prodotti di consumo;
  • Attività di relatore sull‘etichettatura e la sicurezza dei prodotti presso organizzazioni quali associazioni di categoria, l’università di Bolzano e l’amministrazione provinciale;
  • Relatore di articoli sull‘etichettature e la sicurezza prodotti rivolti per il pubblico generale;
  • Introduzione e gestione del progetto www.foodlabelcheck.eu per l’applicazione online dei requisiti europei di informazione al consumatori;
  • Pagina internet
    http://www.camcom.bz.it/it-IT/REGOLAZIONEMERCATO/Etichettatura_di_prodotti_alimentari/etichettatura_di_prodotti_alimentari.html

 


Condividi:  Facebook google+ twitter