Giornata dei Musei del Tirolo storico 2012

ALL'OMBRA DELLA STORIA

La Giornata museale 2012 dell’Euregio, dedicata alla storia della psichiatrica e del programma nazista di eutanasia nella prassi museale, è stata inaugurata oggi, mercoledì 17 ottobre 2012 presso il Kurhaus ad Hall in Tirol, dagli assessori alla cultura di Tirolo, Alto Adige e Trentino, Beate Palfrader, Sabina Kasslatter Mur e Franco Panizza. Vi hanno partecipato 150 esperti museali e cronisti delle realtà territoriali dell’Euregio.

Gesamttiroler Museumstag 2012 Gesamttiroler Museumstag 2012
Gli assessori provinciali alla cjultura di Tirolo, Alto Adige e Trentino hanno inaugurato la Giornata museale Euregio 2012 ad Hall in Tirol (Foto: Land Tirol/Werner) La Giornata museale Euregio 2012 ad Hall in Tirol era incentrata sulla storia della psichiatria nelle sue tre realtà territoriali (Foto: Land Tirol/Werner)


La Giornata museale dell'Euregio 2012, è stata caratterizzata da un convegno specialistico sulla storia della psichiatria nel Tirolo storico tra il 1830 ed il presente.

Nell'inaugurare la giornata l'assessora altoatesina Sabina Kasslatter Mur ha posto in evidenza come grazie alle ricerche scientifich oggi è possibile conoscere da vicino uno dei capitoli più bui della nostra storia invitando i musei a fornire il loro contributo in questa direzione collaborando sia con l'Archivio storico provinciale, ma anche con il nuovo Istituto per la Storia regionale.

Da parte sua l'assessora tirolese Beate Palfrader ha affermato come la Giornata museale dell'Euregio abbia lanciato un ponte fra scienza e comunicazione di contenuti storici ponendo così i musei nel ruolo di luoghi della memoria e del ricordo. Nel suo intervento l'assessore Trentino Franco Panizza ha ricordato come "l'Euregio nasce su rapporti politici, ma affonda le sue radici nella storia e nella cultura. Valorizzare dunque tutte le risorse storiche significa anche, come in questo caso, affrontare esperienze drammatiche che permettono però di costruire collaborazioni importanti e ricerche ulteriori. Sul tema della psichiatra, in particolare, proprio il Trentino ha saputo costruire, con Pergine Spettacolo Aperto, e nella città che per decenni è stato simbolo della follia, un percorso artistico e culturale di assoluto valore, reso possibile anche dall'impegno e dalla collaborazione delle Soprintendenze e dei nostri archivi storici. Così luoghi a lungo abitati dal dolore e dalla sofferenza sono oggi teatro di arte e cultura. Vogliamo che sia così anche con le iniziative per il centenario della Grande Guerra: là dove migliaia di uomini persero la vita, troviamo oggi laboratori di pace".

 

 

Durante la Giornata è stata ospitata presso il Kurhaus di Hall in Tirol la mostra "Non vi permetterò più di farmi passare per matto" dedicata alla storia della psichiatria in Tirolo, Alto Adige e Trentino realizzata dagli storici dell'Archivio provinciale di Bolzano in collaborazione con il gruppo "Storia e regione/Geschichte und Region", sotto la direzione scientifica dell'Università di Innsbruck, nell'ambito del progetto Interreg "Psichiatria e confini". La mostra è nata dalla rilettura storica attenta delle cartelle cliniche di una trentina di pazienti psichiatrici, uomini e donne provenienti dall'area del Tirolo storico, e degenti nei due manicomi tirolesi di Hall (1830) e di Pergine Valsugana (1882)  e della Clinica psichiatrica di Innsbruck (1891) tra gli anni Trenta dell'Ottocento e gli anni Settanta del Novecento.

Nel corso del pomeriggio i 150 esperti museali e cronisti delle realtà territoriali dell'Euregio hanno potuto partecipare a otto workshop di approfondimento incentrati sulle modalità espositive dei temi trattati in ambito museale con la presentazione di progetti di ricerca e di mostre.

L'organizzazione della Giornata dei musei del Tirolo storico è coordinata dal GECT „Euregio Tirolo - Alto Adige - Trentino".

Downloads:

>>Programma [PDF]


Condividi:  Facebook google+ twitter