Giornata dei Musei del Tirolo storico 2010

Rafforzare la cooperazione

Si è svolta questa mattina, 4 novembre 2010 a Novacella la "Giornata dei Musei del Tirolo storico" che ha visto la partecipazione dei musei di Alto Adige, Land Tirol e Trentino nel segno di una più stretta collaborazione all’interno dell’Euregio. Presenti gli assessori Kasslatter Mur, Palfrader e Panizza.

Oltre 150 operatori museali provenienti da Alto Adige, Trentino e Tirolo del Nord hanno preso parte questa mattina alla Giornata dei Musei del Tirolo storico, ospitata nell’Abbazia di Novacella presso Bressanone.

Il convegno, riproposto dopo dieci anni di pausa, ha posto l’accento su di una più stretta collaborazione in ambito museale tra le tre regioni favorendo più intensi rapporti tra i rispettivi musei e raccolte nell’ambito dell’Euregio.

 

 

 

 

Gli assessori Sabina Kasslatter Mur (Alto Adige), Beate Palfrader (Tirolo) e Franco Panizza (Trentino) all'inaugurazione della Giornata dei Musei a Novacella (Foto: LPA)

 

La Giornata dei musei del Tirolo incentrata appunto sul tema “Cooperazioni nell'ambito museale" è stata caratterizzata dalla partecipazione di Sabina Kasslatter Mur, assessora all’istruzione e alla cultura tedesca della Provincia di Bolzano, dell’assessora all’istruzione e alla cultura del Tirolo, Beate Palfrader, e di Franco Panizza, assessore alla cultura, rapporti europei e cooperazione della Provincia Autonoma di Trento.

In particolare l’assessora Sabina Kasslatter Mur nel corso del suo intervento ha sottolineato l’importanza di una collaborazione transfrontaliera sempre più stretta tra le varie strutture museali al fine di creare una vera e propria rete di contatti in grado di offrire un panorama culturale sempre più ampio e diversificato alla fruizione dei visitatori.

Nel suo intervento l’assessora tirolese Beate Palfrader ha posto l’accento sull’opportunità offerta dall’incontro per un proficuo scambio di esperienze tra gli esperti per utilizzare appieno nuovi collegamenti e sinergie a livello transfrontaliero. Anche l’assessore trentino, Franco Panizza, ha sottolineato come la collaborazione culturale nel campo museale possa contribuire in maniera determinante alla crescita del progetto Euregio nel suo complesso.
Nel corso dei lavori del convegno numerosi esperti hanno quindi proposto esempi di collaborazioni museali riuscite presentando le “best practice” che ne hanno determinato il successo.

In questo ambito è stato particolarmente apprezzato l’intervento di Brigitte Kössner-Skoff, responsabile viennese di un’iniziativa internazionale che unisce economia ed arte la quale ha portato alcuni interessanti esempi di partnership di successo tra economia e cultura.


Condividi:  Facebook google+ twitter