EUSALP - Strategia europea per la regione alpina

 

>> UPDATE: News del 8 giugno 2017

>> Website ufficiale

Oltre alle 48 regioni alpine EUSALP comprende anche i sette Stati dell’arco alpino (Austria, Germania, Liechtenstein, Svizzera, Francia, Italia e Slovenia) per un totale di 70 milioni di abitanti. Il 28 luglio 2015 la Commissione europea ha sancito la nascita di EUSALP, che era stata deliberata nel dicembre dell’anno precedente dal Consiglio Europeo. Da allora la Strategia alpina vive di progetti concreti, quali i gruppi d’azione dedicati alla mobilità o ai cambiamenti climatici. La Strategia per la macroregione alpina è la quarta strategia UE ufficialmente riconosciuta dopo quelle create per le macroregioni Mar Baltico, Danubio e Adriatico-Ionica. Su proposta del Land Tirolo e della Provincia Autonoma di Bolzano la gestione e realizzazione dei programmi EUSALP avrà come punto di riferimento un apposito Service Point istituito presso gli uffici della Rappresentanza comune a Bruxelles.

A partire dal gennaio 2018 il Tirolo assumerà la presidenza della Strategia macroregionale europea (EUSALP ), secondo quanto è stato deliberato dal Comitato esecutivo riunitosi martedì nella località slovena di Izola. “Il Tirolo, data la sua collocazione nel cuore dell’Europa, è sempre stato un elemento trainante della strategia per l’arco alpino. Per questo ho dato la nostra disponibilità ad assumere la presidenza nell'anno 2018. Esercitando tale funzione potremo adoperarci efficacemente per la realizzazione della strategia e portare avanti gli interessi dei paesi dell'arco alpino entro l'Unione europea”, dichiara il Capitano del Tirolo Günther Platter, che con il suo impegno ha contribuito in maniera determinante alla nascita di EUSALP. “Mi fa piacere che i nostri partner ci diano fiducia”.

Tra i temi concreti che saranno affrontati sotto la presidenza del Tirolo rientrano oltre alla mobilità, al cambiamento climatico e ai rischi naturali anche il turismo, l’acqua e l’energia, come preannuncia il governatore Platter: “Sono settori che rivestono molta importanza per tutte le 48 regioni alpine coinvolte in EUSALP”

L’Austria non deterrà soltanto la presidenza nella Convenzione delle Alpi nel 2017 e nel 2018, ma assumerà anche la presidenza del Consiglio UE nel secondo semestre 2018. “Grazie alla circostanza che l’Austria si troverà a esercitare al contempo più funzioni di coordinamento a livello europeo, avremo buone possibilità di promuovere i nostri interessi comuni in Europa”, afferma Platter.

L’Euregio ha già assunto un ruolo di responsabilità nell’ambito di EUSALP e dalla primavera scorsa coordina il Gruppo di lavoro Trasporti affidato alla guida di Ewald Moser. “Si tratta di una funzione chiave in un settore che sta particolarmente a cuore alla popolazione del Tirolo”, continua Platter. Gli ambiti tematici affrontati dal gruppo di lavoro, composto da rappresentanti di 22 regioni europee, sono la gestione dei pedaggi, il trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia e ai mezzi pubblici, il collegamento delle reti stradali incluse le piste ciclabili. Si lavora anche alla realizzazione di un sistema di tariffe sovraregionali.


Condividi:  Facebook google+ twitter