Capitale europea della cultura 2019

Plurilingue e transfrontaliero

Workshop Euregio sulla Capitale della cultura 2019 (Bolzano, 29.01.2013)

Le maggiori istituzioni culturali di Alto Adige, Tirolo e Trentino si sono date appuntamento nella sede della Libera Università di Bolzano. Per tutta la giornata hanno animato il cosiddetto "Workshop Euregio", una serie di tavoli di lavoro per promuovere la candidatura dell'Alto Adige con Venezia e il Nordest a Capitale europea della cultura 2019. Dato che la candidatura era entrata nella fase operativa, la collaborazione culturale nel GECT Euregio, il Gruppo europeo di cooperazione transfrontaliera riconosciuto dall'UE, assumeva infatti una particolare rilevanza.

Lo stato attuale e il percorso futuro della candidatura a Capitale europea della cultura 2019 sono stati discussi in gruppi di lavoro divisi per tematiche: esposizione, festival, musei, musica, letteratura, teatro, istituzioni per formazione culturale, imprese creative, scena alternativa, marketing culturale. Indipendentemente dall'esito del processo di candidatura, l'Euregio Meeting doveva dare nuovi impulsi e vitalità per futuri  progetti e iniziative culturali transfrontaliere.

Proposte e progetti sono confluite in un documento che ha contribuito alla costruzione del dossier di candidatura per il traguardo del 2019. Purtroppo l'assegnazione ufficiale del titolo di Capitale europea della cultura per il 2019 non è andata a buon fine per il Nord-Est, ma rimangono comunque valide le proposte culturali fatte e la messa in rete dei vari attori culturali transfrontalieri.


Condividi:  Facebook google+ twitter