EDUCACOOP: „Scuola e Cooperazione in dialogo"

Esperienze innovative di educazione cooperativa scolastica nell'EUREGIO

L’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino vanta oltre 1.700 cooperative. Durante la 1° Giornata EDUCACOOP “Scuola e Cooperazione in dialogo. Esperienze innovative di educazione cooperativa scolastica nell‘Euregio”, che si è svolta il 27 novembre 2013 nella Cantina Storica delle Cantine Mezzacorona nella Piana Rotaliana, 250 studenti della scuola superiore di 14 classi hanno esperimentato sulla propria pelle l’idea e i valori della cooperazione.

L’Euregio per un rafforzamento della cooperazione nel lavoro con la gioventù

Durante i lavori di preparazione l’Ufficio comune dell’Euregio aveva incaricato studenti del Management Center di Innsbruck (MCI) a rendere il mondo della cooperazione nuovamente attrattivo per la gioventù. Il risultato veniva presentato dagli studenti stessi e del loro professore del MCI, Siegfried Walch, nelle Cantine Mezzacorona. Il nocciolo della questione: “Le cooperative sono una risposta all’attuale crisi del mercato, o meglio, sono un modello per il futuro”. La cooperazione infatti è da tempo radicata nei tre territori dell’Euregio, ha una lunga tradizione e si caratterizza attraverso un numero relativamente alto di cooperative, nello specifico 955 in Alto Adige, 569 nel Trentino e 204 nell’Associazione Raiffeisen del Tirolo. Tra i giovani questi hanno però ormai un’immagine invecchiata, che si debba ripulire, così Walch. Perciò sarà importantissimo di dare alla gioventù informazioni attuali.

Per Matthias Fink, il Segretario generale dell’Euregio, si deve quindi rivitalizzare l’entusiasmo e l’impegno per l’idea della cooperazione. “Innanzitutto abbiamo bisogno di tre cose per risvegliare l’interesse dei giovani per la cooperazione: Più libertà, più rispetto e più collaborazione”, così Fink “affinchè le cooperative come entità localmente radicate e resistenti alle difficoltà economiche possino dimostrare di essere una forma vincente soprattutto nella crisi economica”.

La mattina all’insegna della scuola e della metodologia didattica

La prima parte dell’evento EDUCACOOP era riservata agli studenti della scuola superiore, in particolare alle classi con indirizzo economico dell’intero territorio euroregionale. Dopo gli interventi interessanti del Prof. Carlo Borzaga, Presidente dell’Istituto di Ricerca sulle cooperative Euricse di Trento, e del Prof. Siegfried Walch del MCI di Innsbruck, subentrava la cooperativa Arianna con la proposta agli studenti di giochi elaborati ad hoc per spiegare il mondo della cooperazione e rafforzare lo spirito comune. Nel centro delle attività ludiche si trovavano concetti come solidarietà, senso della comunità, democrazia, responsabilità sociale e pace. Le classi sono stati mischiati e percorrevano i 12 postazioni di gioco all’interno di gruppi bilingui.

Il pomeriggio: un incontro tra rappresentanti del mondo della cooperazione e della scuola

Gianluca Salvatori, Direttore generale dell’Euricse, parlava di innovazione nella cooperazione, mentre Martin Winkler, insegnante all’Istituto tecnico economico di Brunico, presentava esperienze pratiche dell’applicazione di moduli didattici sulla tematica dei valori cooperativistici nella quotidianità scolastica. Nella discussione finale gli esperti presenti cercavano di formulare dei principi come radicare meglio il cooperativismo nelle scuole ed in particolare nell’insegnamento all’interno della classe. L’evento è stato organizzato dall’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino in collaborazione alle Centrali cooperative e le Intendenze scolastiche dell’Euregio.

Ulteriori link:

>> Programma convegno

>> Foto su Facebook

Presentazioni dei relatori:

>> Carlo Borzaga

>> Gianluca Salvatori

>> Martin Winkler con video allegati:

video 1

video 2


Condividi:  Facebook google+ twitter