Corridoio verde del Brennero

Karel van Miert (✝) è considerato l’inventore del „Corridoio Verde“, basato sulla convinzione che il traffico attraverso le Alpi sia lungo l’autostrada che la ferrovia debba quanto più possibile rispettare l’ambiente e perseguire l’efficienza energetica.

Il corridoio del Brennero non rappresenta tuttavia solamente una via di transito, ma è spazio di vita e di ricreazione per le popolazioni dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. Il Corridoio Verde del Brennero è quindi un progetto che comprende ugualmente misure ambientali ed energetiche in tutti i vari ambiti.

Le Province di Trento e Bolzano e il Land Tirolo hanno ripreso l’idea di Karel van Miert ed assieme al nuovo coordinatore UE per il BBT, Pat Cox, elaborano un pacchetto di misure per trasferire il traffico pesante e promuovere le fonti di energia rinnovabile.

Due gli ambiti principali:

  1. Misure di trasferimento del traffico che fanno parte della politica di gestione del transito condivisa da Tirolo, Alto Adige e Trentino.
  2. Misure di politica energetica. Qui si distingue sostanzialmente tra misure:
    * connesse direttamente all’infrastruttura trasportistica (p.es. sfruttamento della temperatura dell’acqua della galleria di base del Brennero per il teleriscaldamento a Innsbruck e Bressanone e delle gallerie dell’accesso Sud per il teleriscaldamento dei principali centri abitati dell’Alto Adige e del Trentino, montaggio di impianti solari sulla galleria ferroviaria di Terfens e sulle altre gallerie, distributori di idrogeno lungo l’autostrada del Brennero ecc.). La Piattaforma di coordinamento del Brennero (BCP), in stretta collaborazione con l’Ufficio comune dell’Euregio, porta avanti il management di progetto nell’ambito delle infrastrutture del traffico;
    * volte a migliorare la qualità dell’aria, a ridurre le emissioni di inquinanti e di CO2, a generare un’offerta innovativa basata sulle energie rinnovabili ecc. nell’area lungo l’asse di transito, ovvero “nel corridoio” (p.es. teleriscaldamento, biomassa, distributori per e-bike lungo le piste ciclabili ecc.). In quest’ambito il management di progetto si svolge attraverso l’Ufficio comune  dell’Euregio, in collaborazione con la BCP e le iniziative regionali di cluster.

Condividi:  Facebook google+ twitter