"BZ '18–'45. Un monumento, una città, due dittature"

Il percorso espositivo "BZ '18–'45. Un monumento, una città, due dittature", aperto al pubblico nel luglio del 2014, illustra la storia del Monumento alla Vittoria, eretto a Bolzano dal regime fascista tra il 1926 e il 1928 su progetto di Marcello Piacentini. Il percorso espositivo affronta il difficile rapporto di convivenza di una così ingombrante eredità dell’epoca fascista con il territorio, nel mutato quadro politico e sociale della seconda metà del Novecento fino ai giorni nostri. La decisione di aprire al pubblico il Monumento e di creare il percorso espositivo è stata presa congiuntamente nel 2012 dallo Stato italiano per il tramite del Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo, dalla Provincia Autonoma di Bolzano e dal Comune di Bolzano.

"BZ '18-'45. Un monumento, una città, due dittature" ripercorre le vicende storiche locali, nazionali e internazionali degli anni compresi tra le due guerre mondiali (1918–1945), legate in particolare modo all’avvicendarsi di due dittature (quella fascista e quella nazionalsocialista) e  illustra i radicali mutamenti urbanistici operati nella città di Bolzano, a partire dalla fine degli anni Venti.

CONTATTO & ULTERIORI INFORMAZIONI:

Dott. Andrea Di Michele

 

Centro di competenza Storia regionale

Via S. Croce, 7I - 39042 Bressanone
T: +39 0472 014054
F: +39 0472 014059

 

Portale internet: http://www.siegesdenkmal.com

Apertura con ingresso libero:

Orario estivo (01.04–30.09):

MA-ME-VE-SA-DO:
11–13 / 14–17
giovedì: 15–21

Chiuso: lunedì, 24 e 25.12, 31.12, 01.01, Pasqua

Orario invernale (01.10–31.03):
da martedì a sabato: 10,30–12,30 e 14,30–16,30
domenica: 10,30–12 / 15–17Gli orari possono subire variazioni.
Ingresso disabili su Corso Libertà

I flyers del percorso espositivo (download pdf):
Versione breve
Versione estesa


Condividi:  Facebook google+ twitter