Alfons Rastner

Alfons Rastner, sindaco di Mühlbachl

Il team dell'Euregio è andato a trovare Alfons Rastner, il sindaco del piccolo Comune di Mühlbachl, situato nell'Alta Val Isarco del Tirolo del Nord. Rastner è il portavoce di tutti i sindaci dell'Alta Val Isarco tirolese. In qualità di direttore della consulta Interreg per l'Alta Val Isarco nel periodo 2008-2014 appena conclusosi ha portato avanti molteplici progetti transfrontalieri in settori che vanno dalla mobilità al turismo, dall'economia all'agricoltura, scuola e formazione. In seguito l'intervista fatta al sindaco Rastner:

Domanda 1) Gentile Signor Rastner, quale significato ha per Lei l'Alta Val Isarco e in più in generale l'Euregio?

Ritengo che l’Euregio per la Wipptal sia una realtà importante che permette al Tirolo di svilupparsi ulteriormente sia dal punto di vista economico che relativamente alla convivenza. Negli ultimi anni, dal 2000 in poi, collaborando con l’Alta Valle Isarco ho avuto personalmente l’opportunità di allacciare alcuni rapporti di amicizia, entrando in contatto con responsabili decisionali dell’Alto Adige tramite progetti INTERREG e altre iniziative di collaborazione transfrontaliera.

Domanda 2) Quali passi in avanti è stato possibile per Lei compiere nell'Alta Val Isarco nella cooperazione transfrontaliera?

Credo che cooperare ora sia più semplice, essendosi nel frattempo sviluppata una collaborazione in ambito economico che sta lentamente prendendo piede e che darà sicuramente i suoi frutti. I territori che compongono la Wipptal a nord e a sud del Brennero hanno organizzato congiuntamente nel 2006 la EXPO Brennero, una vetrina comune per presentare l’economia delle due realtà protagoniste che ha dato impulso anche alla nascita di nuove imprese. A tale proposito segnalo ad esempio che un negozio di strumenti musicali di Gries am Brenner ha dato avvio alla sua attività grazie all’EXPO Brennero. Questa piccola realtà imprenditoriale, ancor oggi prospera, richiama l’interesse di un buon numero di persone provenienti sia dall’Alto Adige che dal Tirolo. La corsa ferroviaria diretta Bolzano-Innsbruck introdotta con l’orario ferroviario invernale collega direttamente Bolzano e Innsbruck servendo anche le valli e tutti i centri situati lungo la linea della Wipptal a nord e a sud del Brennero. È davvero un’ottima cosa! Un’altra cosa ottima dal punto di vista economico è che dal 1° di aprile tutta la Wipptal fornirà latte alla Latteria Vipiteno dove verrà lavorato e potrà essere adeguatamente commercializzato. Ecco un esempio di collaborazione diretta fra diverse realtà.

Domanda 3) Quale ricaduta hanno sul territorio di confine i programmi europei Interreg e Leader?

Sono dell’avviso che tali programmi e i relativi progetti  ̶  attraverso i quali sono stati realizzati ad esempio il “Villaggio dei mulini” a Gschnitz, che ha finora registrato un buon riscontro di pubblico, o l’iniziativa comune “Miniere Ridanna”, anch’essa finanziata con fondi di INTERREG e LEADER  ̶  sono molto utili. Detti progetti vengono adeguatamente resi noti suscitando l’interesse della popolazione, e non in un unico territorio, bensì a livello transfrontaliero.

Domanda 4) Quali iniziative Le hanno dato la maggiore soddisfazione nell'ambito della cooperazione transfrontaliera?

Gli itinerari escursionistici di montagna, uno dei quali va da Merano a Mayerhofen, insieme ai sentieri del Tribulaun da noi allestiti e pubblicizzati. Un’altra iniziativa secondo me valida è stata la realizzazione di un opuscolo comune per tutti i Comuni della Wipptal a nord e a sud del Brennero. E infine merita di essere menzionata una terza iniziativa, un progetto europeo, il tunnel di base del Brennero che insieme si è cercato di presentare alla popolazione come un’importantissima e necessaria opportunità per l’intera Wipptal al fine di decongestionare il traffico sull’asse Innsbruck-Bolzano.

Domanda 5) Personalmente quale sviluppo si auspica dall'Euregio?

Disposizioni amministrative e iter burocratici non omogenei continuano ad agire un po’ da freno e da ostacolo all’operatività, rendendo difficile talvolta la realizzazione di progetti comuni. Onestamente devo dire che trovare in tale contesto una linea più unitaria faciliterebbe sensibilmente il lavoro futuro. Dieci, quindici anni fa nelle nostre scuole è stato introdotto lo studio dell’italiano. I miei figli ad esempio hanno iniziato a studiare italiano frequentando la scuola dell’obbligo e hanno potuto partecipare a progetti di gemellaggio con scuole di località sull’Adriatico, come ad esempio Cervia: un’esperienza davvero molto, molto importante. La nostra generazione, la mia generazione non ha avuto purtroppo una tale opportunità. Certo, ci si fa capire comunque, magari anche solo a gesti.

Contatto:

Sindaco Alfons Rastner

Ufficio del Comune di Mühlbachl

Zieglstadl 32

6143 Mühlbachl/Tirolo del Nord

Telefono (0043) 05273/6208

gemeinde@muehlbachl.tirol.gv.at 


Condividi:  Facebook google+ twitter